Serbia orientale

L'area della Serbia orientale porta da sempre con sé una certa dose di mistero e misticismo.
Sulle rive del Danubio, nell'estremo oriente del paese, la vita umana prosegue senza interruzioni da più di 9.000 anni, ovvero dal momento in cui in questi luoghi si formò la cultura di Lepenski Vir. Da allora molte cose sono cambiate, ma l'armonia tra la vita della popolazione locale e la natura è rimasta intatta.
Le case di famiglia nella campagna, in questa regione, presentano differenti varianti. Alcune si trovano sulla riva del Danubio e sono un vero paradiso per i pescatori. Altre sono posizionate sulle pendici delle montagne - e sono ideali per l'escursionismo, lo sci, le arrampicate e la conquista delle cime montane impegnative. Alcune si trovano invece vicino alle terme curative e a siti storici.
Tutte offrono la possibilità di soggiornare nell'autentica atmosfera del villaggio serbo, che vi consentirà di rincasare pronti per le nuove sfide.

Beni naturali e attrazioni

La Serbia orientale abbonda di bellezza naturale. Nella parte nord-orientale della Serbia, nel posto in cui il Danubio è più profondo, si trova il Parco nazionale Đerdap con una grandiosa gola, una delle più lunghe d'Europa.
Il panorama visto dal Danubio con le ripide scogliere è davvero incredibile. Oltre al fatto che in questa zona fornisce un habitat naturale a più di 1.100 specie di piante, il canyon viene sorvolato da oltre 200 specie di uccelli, tra cui le specie rare come l'aquila reale, aquila del mare a coda bianca, cicogne nere e aironi cinerini.
Le destinazioni preferite degli abitanti di Negotin e dei loro ospiti si trovano vicino alle piccole cascate di cui questa zona abbonda. Gli ospiti del villaggio di Mokrinje hanno l'opportunità di godersi la natura incontaminata della Roccia Mokranjska con una piccola cascata e un pittoresco lago.
Dalle rocce calcaree del Monte Beljanica sgorgono due forti sorgenti carsiche di colore verde smeraldo: Mlava e Kupajsko vrelo. E sulla montagna c'è un monumento naturale protetto, Lisine, con una cascata alta oltre 20 metri.
Gli amanti delle vacanze attive potranno fare una passeggiata nei Prati di Stevan sulla montagna Deli Jovan, e gli alpinisti più esigenti saranno premiati con incredibili panorami dalla cima della montagna che danno sull'intera regione della città di Negotin.
Soggiornare nei villaggi della regione di Sokobanja vi darà l'opportunità di visitare uno dei centri termali serbi, con numerosi programmi di benessere e fitness su misura per le esigenze individuali.
Potete rilassarvi a Ždrelo, le terme più recenti della Serbia. All'interno del moderno centro Spa, oltre ai massaggi, saune e piscine, c'è anche un parco acquatico del quale saranno particolarmente entusiasti i più giovani.
Incontrate la ricca flora e fauna di Stara Planina, uno dei centri di biodiversità in Serbia. Su questa montagna, dove la neve rimane per diversi mesi all'anno, c'è un centro sciistico e turistico. La conquista della vetta più alta - Midžor - è una sfida speciale per alpinisti esperti.
La montagna dall'insolita forma a cono, Rtanj, è particolarmente interessante per chi raccoglie le erbe officinali. Ci cresce infatti la pianta santoreggia annua, conosciuta con il nome “čubrica”, una specie endemica che rende il tè Rtanj di eccezionale per il suo sapore e per l’aroma.

Attrazioni turistiche

Sulle pendici di Stara Planina si trova anche un'unità ambientale unica - il villaggio di Gostuša. A Gostuša tutto è fatto di pietra, (case, tetti, recinti ...), motivo per cui porta il soprannome Kameno selo – Villaggio di pietra. Le case originali del diciannovesimo secolo, abbastanza conservate, sono ancor oggi abitate da contadini che vivono la loro vita in armonia con la natura.
Nel bellissimo edificio di stile balcanico-orientale del diciannovesimo secolo, si trova il Museo di Ponisavlje, con mobili autentici e gli arredi della regione di Pirot. Al piano terra si possono vedere i più bei prodotti della ceramica di Pirot, nelle vetrine sono esposti abiti e gioielli e una ampia sezione del museo è dedicata ai famosi tappeti colorati fatti a mano, che hanno reso celebre la città di Pirot.
Un’unione unica di architettura popolare e oggetti d'antiquariato sono esposti nel etno-parco archeologico di Ravna, vicino a Knjaževac. Nell'edificio della scuola sono conservati oggetti del vicino sito archeologico tardo romano Timacium minus. Qui si possono vedere case originali, laboratori e strutture ausiliarie costruite nel diciannovesimo secolo, trasferiti dai villaggi circostanti al parco.
La regione del Negotin è famosa per le sue numerose cantine di vino o “pimnice” -raggruppate in un'area relativamente ristretta.
Sulle colline, non lontano dal villaggio di Rajac, si trova un vero e proprio piccolo villaggio con oltre 270 cantine. Costruite in pietra e ricoperte di ceramite (tegole), hanno depositi interrati fino a un metro per preservare la temperatura delle produzioni.
Nelle vicinanze del villaggio di Rogljevo, ci sono più di 150 cantine, in gran parte costruite nel diciannovesimo secolo, che insieme alle strade serpeggianti e il posto del ritrovo creano un ambiente unico.
Alcune delle autentiche cantine di Rajac e Rogljevo sono state ricostruite e trasformate in moderne strutture di ristorazione, pronte ad accogliere visitatori da tutto il mondo. Approfittate della visita al birrificio per assaggiare o acquistare alcuni dei vini locali armoniosi e gustosi che vi si conservano.

Cibo

Nei villaggi vicino al Danubio sarete accolti con pietanze di pesce d'acqua dolce appena pescato, preparato in diverse maniere - bollito, al forno, impanato e fritto. Una prelibatezza speciale in questa regione è rappresentata dal luccio marinato. Nelle vicinanze di Veliko Gradište si coltiva e prepara l’autentica specie di fagioli – Gradištanac, servita in diversi modi.In questa regione, vicino a Negotin, si trova una delle principali regioni vinicole della Serbia. Nelle cantine delle famiglie di campagna si producono vini di squisita leggerezza: Prokupac, Smederevka, Game... Questo è l'unico luogo nel nostro paese in cui sopravvive ancora tamjanika (moscato nero), vitigno autoctono che dà vita a vini di intenso sapore con aroma di frutta e spezie.
Sull'alta pianura di Homolje si produce il miele di origine geografica protetta. Deve il suo gusto unico alle specie autoctone di piante su cui le api sono libere di muoversi.
Nella regione di Homolje, i membri della minoranza etnica dei valacchi preparano pasti tradizionali della loro cucina nazionale. Vuol dire che qui potete assaggiare le autentiche specialità dei valacchi: zuppa acida, pane di mais con ortiche o “mamaljiga” polenta servita con carne, formaggio, uova ...
Non potete assolutamente andare via da Pirot prima di assaggiare il formaggio omonimo, che si scioglie facilmente in bocca. Oppure anche la famosissima salsiccia stirata di Pirot. E gli amanti del formaggio potranno godere del caciocavallo di Stara planina, prodotto con il latte di mucche e di pecore di Stara Planina.

Essere informati

Accedi

Bolettino dell'Ente Nazionale del Turismo della Serbia