Transromanica

Situata all'incrocio delle civiltà, durante il medioevo la Serbia rappresentò un luogo in cui si incontravano e intrecciavano la cultura dell'Oriente e quella dell'Occidente. Quando dalle coste meridionali italiane arrivarono influenze romaniche, l'architettura e la scultura serba le accolsero in maniera ideale, fondendole con influenze bizantine pre-esistenti. Si andò a creare uno stile unico che si può studiare oggi osservando i famosi monasteri della scuola di Rascia, il cui massimo splendore fu raggiunto nel dodicesimo e nel tredicesimo secolo. La Serbia è uno dei paesi nell’Itinerario culturale Transromanica del Consiglio d'Europa, percorso nel quale si possono vedere gli edifici romanici più belli in nove diversi paesi: Germania, Austria, Italia, Francia, Portogallo, Spagna, Romania e Slovacchia.

Monastero Žiča

Il monastero di Žiča fu costruito nel tredicesimo secolo. La fondazione si deve al sovrano Stefan Prvovenčani (Primo incoronato) e fu sede del primo arcivescovo serbo. Impressione la decorazione con i fregi romanici e con i resti delle grandiose sculture realizzate dagli scultori di Kotor (Cattaro). Quando si passa sotto la robusta cupola che copre il nartece del monastero, il visitatore può immaginare l’emozione provata dai i sette re serbi che nel tempo furono incoronati sotto la stessa cupola. Più...

Monastero Studenica

Il monastero, costruito dal fondatore sovrano serbo Stefan Nemanja nel dodicesimo secolo, è uno dei numerosi monumenti romanici iscritti nella Lista dell’Unesco. La decorazione architettonica romanica ben conservata si distingue per l’impressionante numero di dettagli, che trasmettono leggende di piante fantastiche e creature mitiche come i draghi alati. Il monastero è coperto di marmo bianco, all’interno decorato con un gran numero di affreschi del tredicesimo e quattordicesimo secolo, di valore inestimabile. Gli affreschi di Studenica sono caratterizzati da una monumentalità solenne, una forma densa e un'eleganza stilistica sofisticata. Il più impressionante tra gli affreschi, la Crocifissione, attira l'attenzione dei visitatori con il suo sfondo blu scuro cosparso di stelle dorate, eseguito su modello degli artisti bizantini.Più...

Monastero Gradac

Elena D’Angiò, nel desiderio di unire la cultura della sua terra di origine con la tradizione della terra di suo marito, il re serbo Uroš I, fece costruire il monastero Gradac. Il monastero fu costruito nello spirito della scuola di Rascia, ed è decorato con elementi architettonici romanici e gotici ineguagliabili. La magnifica Chiesa della Vergine è dominata da una cupola, con le finestre incorniciate in marmo e il tetto ad arcate. Si tratta della  parte più bella del monastero, che per secoli testimonia lo straordinario talento dei migliori architetti dell'epoca.

Monastero Sopoćani

Osservando attentamente il tempio sacro che il re Uroš I costruì per lodare la gloria della Santissima Trinità, gli amanti dell'architettura medievale vedranno similitudini con le basiliche a tre navate del mondo cristiano occidentale. Il monastero, che servì da mausoleo alla famiglia dell'imperatore Uroš I, conserva alcuni degli affreschi più belli del tredicesimo secolo, grazie ai quali il monastero  Sopoćani è stato iscritto nella Lista del Patrimonio Mondiale dell'UNESCO. Tra questi vi è in particolare l'affresco dell'Assunzione della Santa Vergine, proclamato l'affresco più bello del medioevo all'esposizione mondiale di Parigi del 1961. Più...

Monastero Đurđevi stupovi

Le valli dei fiumi Raška e Deževa sono dominate dal sagoma di uno dei primi monasteri costruiti da Stefan Nemanja nel dodicesimo secolo. Il monastero Đurđevi stupovi (Pilastri di Giorgio) è una fusione eclettica della scuola di architettura di Rascia, decorazioni in pietra nello stile dell'arte romanica e lo spirito bizantino degli affreschi. Grazie al suo grande significato per l'umanità, il monastero Đurđevi stupovi, insieme alla fortezza di Stari Ras, la Chiesa dei Santi apostoli Pietro e Paolo e il monastero Sopoćani ha trovato il suo posto nella Lista UNESCO del Patrimonio Culturale Mondiale, come un insieme di monumenti raggruppati sotto il nome comune di Stari Ras con Sopoćani. Più...

Essere informati

Accedi

Bolettino dell'Ente Nazionale del Turismo della Serbia