Grotta di Haži-Prodan

Una spaziosa grotta nella valle del fiume Rašćanska reka prende il nome dal famoso generale serbo Hadži Prodan. Insieme al comandante in capo della insurrezione serba, Karađorđe, Hadži Prodan iniziò la prima rivolta serba contro i turchi all'inizio del diciannovesimo secolo, e in seguito fu al timone della ribellione di Hadži Prodan.

Si ritiene che in questa grotta Hadži Prodan abbia nascosto i rifugiati, motivo per cui la grotta venne nominata così. Dalla popolazione locale la grotta è chiamata anche la Grotta di Rašćanska, oppure con il vecchio nome, Šljepaja.
Nella grotta lunga 400 metri ci sono due livelli. Nella parte inferiore della grotta c'è una spaziosa sala con il lato destro coperto da un grande rivestimento di calcite – colate di travertino e vasche poco profonde nelle quali sgocciola l'acqua dalle volte, mentre nella parte centrale della sala ci sono imponenti stalattiti e stalagmiti. Le pareti della sala sono adornate da colate di calcite che ricordano cascate immobilizzate dal tempo. Dalla sala del tunnel principale è possibile salire al piano superiore della grotta pieno di formazioni colorate sia sulle volte che sule pareti.
Oltre all’importanza speleologica, la grotta di Hadži Prodan ha un grande significato archeologico, poiché è uno dei pochi siti paleolitici multistrato nei Balcani centrali. All'ingresso della grotta sono stati trovati pezzi di ceramica risalente alla prima età del ferro, e negli strati geologici delle rocce sono stati trovati manufatti di pietra appartenenti al periodo compreso tra il ventesimo e il decimo millennio avanti Cristo, così come gli oggetti dal Paleolitico medio. Nel passato, la Grotta di Hadži  Prodan fu l’habitat di numerosi animali, per cui possiamo trovarvi più di 25 tipi di insetti, le parti del cranio di un orso delle caverne estinto e un dente lungo 12 cm!
Non perdete l'occasione di conoscere meglio la storia e i valori speleologici della grotta di Hadži Prodan, ma anche di conoscere gli altri siti interessanti di questa regione. Visitate la chiesa ricostruita, eretta all'inizio del ventesimo secolo, situata all'ingresso della grotta, e poi concedetevi un po' di tempo per visitare la vicina città di Ivanjica, la montagna Golija o il tradizionale festival di musica che si organizza ogni anno a Guča.

Info: Grotta di Haži-Prodan

Essere informati

Accedi

Bolettino dell'Ente Nazionale del Turismo della Serbia