Grotte di Zlot

I dintorni del villaggio di Zlot, vicino a Kučaj nella Serbia orientale, sono molto ricchi di siti speleologici conosciuti “Grotte di Zlot”.

La Grotta Hajdučica, profonda 723 metri, è caratterizzata da una grande varietà di formazioni.  La grotta di Manda, più piccola, è ricca di formazioni pendenti (stalattiti) e formazioni che emergono dalla terra (stalagmiti). La Vodena pećina (Grotta d'Acqua) con la sua lunghezza di 180 metri è la più corta tra tutte. C’è anche una grotta carsica chiamata la Stojkova ledenica (Ghiacciaia di Stojko), nota per le sue parti orizzontali e verticali del canale. Le grotte di Hajdučica, Vodena e Mandina, così come la Ghiacciaia di Stojko, sono disponibili per l'esplorazione solo agli speleologi, mentre la grotta di Lazar e Vernjikica sono aperte anche per i visitatori.
La Grotta di Lazar, conosciuta anche come Grotta di Zlot, si trova sulla riva del Fiume di Lazar, ad un'altitudine di circa 300 metri. L'ingresso per gli ospiti è il primo incontro con il romantico mondo del silenzio sotterraneo. Dall'ingresso si passa nel canale principale largo 10 metri, che porta alla "Sala dei concerti" e  alla "Sala dei Pipistrelli".
Queste due sale sono particolarmente ricche di formazioni in  varie forme e colori che decorano lo spazio e rapiscono l'attenzione dei visitatori. Stalattiti e stalagmiti, colonne, tendaggi, vasche di travertino e vasche calcaree sono sparsi per la grotta. Le formazioni più grandi e più affascinanti portano nomi curiosi:"Balle di fieno", "La Fontana", "Loggia Imperiale" o "Cascate".
Per evitare che gli aiducchi e i profughi ci si nascondessero, i turchi, all’epoca del loro dominio, chiusero con un muro l’ingresso nella grotta. Oggi la Grotta di Lazar e il Fiume di Lazar sono protetti dalla legge in quanto beni naturali, insieme alla vicina grotta di Vernjikica.
All'ingresso della Grotta Vernjikica sarete accolti dalla magnifica "Sala di Ricevimento" dalla quale vi trasferirete nella "Sala delle Cascate" e poi alla "Città delle Fate", dove si trovano le formazioni più belle, tra cui va sicuramente menzionata un’ enorme colonna rossa all'ingresso.
Passando attraverso la sala "Abisso" vi troverete nel "Colosseo", la sala più grande della grotta - 60 metri di diametro e 59 metri di altezza. In questa sala si ha la possibilità di vedere la struttura corallina delle formazioni, insolito gruppo di stalagmiti che prendono il nome del mostro del famoso film, "Godzilla" ma anche "Colosso" - una stalagmite di 11,5 metri, diventata ormai simbolo di questa grotta.
Più avanti, in fondo al corridoio "Marmo", si può raggiungere la "Sala delle armi". Si tratta di un altro corridoio dal nome insolito, che prende il nome dalle stalattiti che ricordano frecce, pugnali, lance e spade. All'uscita della grotta, si attraversa la sala "Marmo" e la sala "Crepa", che insieme ad altre sale e canali rendono la lunghezza complessiva della grotta oltre un chilometro!
La vostra avventura non deve finire all'uscita dalle Grotte di Zlot. Fate una passeggiata attraverso i boschi e i villaggi vicini, fermatevi in alcune delle famiglie locali che si dedicano all’agriturismo e degustate le specialità locali preparate in modo tradizionale.
Potete continuare verso la città di Bor e il Lago di Bor e rilassarvi sulla spiaggia nelle calde giornate estive. E durante i mesi invernali, visitate la vicina montagna Crni Vrh con piste da sci e il suo refrigerante clima di montagna.

Essere informati

Accedi

Bolettino dell'Ente Nazionale del Turismo della Serbia