Montagne di Kučaj

Le montagne del Kučaj sono un massiccio montuoso della Serbia orientale che si estende tra i fiumi Morava, Crni Timok e Zlotska Reka, fino a Đerdap e al Danubio. Vi passano fiumi di diverse dimensioni, che formano le valli di Dubašnica, Žljebura e il Canyon di Lazar, celebri per la loro bellezza paesaggistica.

La natura selvaggia e incontaminata delle montagne di Kučaj è ideale per coloro che non amano sentieri escursionistici già battuti, ma preferiscono piuttosto avventurarsi in foreste inesplorate, valli e pendii. Per queste ragioni la destinazione è perfetta per coloro che possiedono una buona resistenza e riescono ad orientarsi nella natura.
Tra le cime che sono in "attesa" di essere conquistate sono Javorački vrh, Mali javorak, Crni vrh (Cima nera), Kozji rog (Corno della capra) e Mali kozji rog (Corno piccolo della Capra).  La maggior parte dei sentieri pedonali iniziano e finiscono davanti al chalet nella località Grza.
Le montagne di Kučaj sono famose per i monumenti naturali che la natura ha plasmato per migliaia di anni.
La cascata Prskalo sul corso del fiume Nekudovo è una delle famose. È alta 15 metri, e la riconoscerete per il fatto che è costantemente in lotta per la sopravvivenza - è estremamente povera di acqua, perfino in primavera, con la piena del fiume, ma nonostante ciò non si è mai prosciugata. Ciò che rende di una bellezza eccezionale di questa cascata è la roccia dalla quale l’acqua si precipita, quasi completamente ricoperta da una fitta vegetazione.
Già che ci siete nella località di Kučaj, provate a visitare la gola del fiume Kločanica, tutelata dalla legge, che ha preso il nome dal rumore che produce mentre sta attraversando le rocce. E se passate vicino a Zlot, entrate nel magnifico Canyon di Lazar attraverso il quale passa il fiume Zlotska reka, creando nel suo percorso un intero sistema di grotte.
Una delle "caratteristiche" importanti delle montagne di Kučaj sono proprio le grotte, tra cui spiccano le grotte di Bogovina e Lazar. Ai margini del parco naturale c'è la famosa grotta Resavska pećina. Altrettanto interessante è anche la grotta di Ravanica, che si trova vicino all’omonimo monastero, e rappresenta una piccola cavità nella quale, secondo la tradizione, dopo la battaglia di Kosovo fu nascosto il tesoro del principe Lazar. Non sapremo mai la realtà di questa leggenda, visto che la grotta è in gran parte inesplorata.
È possibile visitare anche la grotta di Bogovina, nei pressi di Crni Timok. È la grotta più lunga e, secondo molti, la più bella di tutta la Serbia. È divisa in tre livelli e piena di numerose sorgenti e formazioni geologiche che possono essere viste solo nella sua profondità.
Se volete conoscere la storia di questa regione, suggeriamo di dedicare un po' di tempo alla visita dei famosi monasteri di Manasija e Ravanica, nonché del sito archeologico Felix Romuliana, che si trova sulla Lista del Patrimonio Mondiale dell'UNESCO.

Essere informati

Accedi

Bolettino dell'Ente Nazionale del Turismo della Serbia