Šargan – Mokra gora

Una delle perle della Serbia occidentale è la Mokra Gora, una valle alla quale è collegato il valico di Šargan, il collegamento naturale tra le montagne Tara e Zlatibor.

Lo riconoscerete per i suoi boschi di pini bianchi e pini silvestri, unico habitat di questo tipo di conifere nella zona, che nelle chiome nascondono il grande tetrao – gallo cedrone, aquila marrone acerba del serpentee la cincia bigia alpestre. Nelle foreste di questa regione vivono i animali come il gatto selvatico o il lupo ma non è escluso vedere addirittura gli orsi!
E proprio quando pensate che Mokra Gora si sia mostrata in tutta la sua sua bellezza, i fiumi che la circondano – Beli rzav e Crni rzav e Kamesina – vi affascineranno ancora di più.
Le attrazioni naturali più interessanti che si possono vedere in questa zona sono le grotte - Hajdučka e Crvena (Grotta rossa), così come la cascata Skakavac. Inoltre, c'è un gran numero di risorse minerarie tra le quali spicca la località Bele vode.
Se capitate a Mokra Gora, dovete assolutamente non perdere occasione di prendere la vecchia ferrovia – l’Otto di Šargan. È l’unica opportunità di comprendere come si viaggiava nel passato tra le regioni montuose della Serbia. È anche una occasione per godere della bellezza naturale di Mokra Gora da una prospettiva diversa.
Molto vicino alla stazione di Mokra Gora è situata la collina Mećavnik e su di essa l'insediamento etnico Drvengrad - costruita sull'idea del famoso regista Emir Kusturica. L'insediamento è stato creato raccogliendo e trasportando le autentiche capanne di tronchi di questa regione, tra le quali la più antica fu costruita quasi cento anni fa: godendo della bellezza della natura si può così osservare anche come si viveva in questa zona anticamente.

Info: Mokra Gora

Essere informati

Accedi

Bolettino dell'Ente Nazionale del Turismo della Serbia